5-rimedi-

È noto che molti italiani preferiscono curare le malattie e le infezioni più comuni con metodi naturali, prescindendo dalle medicine. Gli stessi sarebbero d’accordo con l’antico detto “Il raffreddore passa da solo in sette giorni e in una settimana con le medicine”. Insomma, il comune raffreddore non sembra proprio imbattibile e laddove non facciano effetto i metodi artificiali, ecco che scendono in campo 5 antichi rimedi naturali

1. AGLIO E LIMONE SCIOLTI IN ACQUA CALDA
Uno dei rimedi rivelatisi più efficaci nella storia della battaglia al raffreddore è quello che richiede una mistura nell’acqua calda di 3 semplici ingredienti: uno spicchio d’aglio e un po’ di succo di limone mescolati ad un cucchiaino di miele. Si consiglia la somministrazione della soluzione predetta per 3 o 4 volte al giorno per tutta la durata dei sintomi.

2. BALSAMO ALL’OLIO DI COCCO
Una soluzione balsamica da applicare sul petto per tutta la durata dei sintomi. È indispensabile un contenitore a chiusura ermetica nel quale mescolare mezza tazza di olio di cocco con 15 gocce di olio di eucalipto. Per mescolare i due olii, tuttavia, è necessario prima sciogliere l’olio di cocco a bagnomaria.

3. GARGARISMI ALLA SALVIA
Se, invece, il raffreddore comporta un forte bruciore alla gola si consiglia di ricorrere ai gargarismi con la salvia. Nulla di più semplice: servono una tazza da 240mml contenente olio di mele e 4 cucchiaini di salvia essiccata, una tazza da 240mml di acqua e una pentola disposta di chiusura ermetica di almeno 500mml. Si faccia bollire la soluzione composta e in seguito separare l’infuso ottenuto dalla salvia. Si lasci raffreddare il liquido e lo si mescoli con l’aceto di mele. Conservare il barattolo nel frigorifero e applicare gargarismi alla gola per 2 0 3 volte al giorno per tutta la durata dei sintomi.

4. MIELE, ZENZERO E LIMONE
L’antico rimedio tramandato dalle nonne prevede un infuso a base di limone, acqua, un cucchiaino di miele e 2 cucchiai di zenzero. Anche i più scettici, fattane esperienza, si sono arresi ai suoi effetti benefici: un vero e proprio toccasana per la decongestione della mucosa nasale e palatina.

5. CIPOLLE E ZUCCHERO DI CANNA, UN NUOVO SCIROPPO
Se, invece, è la tosse a impedirci sonni tranquilli la terapia migliore è lo sciroppo alle cipolle. Sì, avete capito bene. Basta preparare un infuso a base di cipolle e zucchero di canna integrale ed il rimedio è trovato. Infatti, grazie alle sue proprietà antibatteriche il nuovo sciroppo consentirà di sciogliere la tosse in men che non si dica e di tornare a dormire notti tranquille.

Una raccomandazione finale: con il raffreddore non si scherza e non va preso sotto gamba. Se i rimedi naturali, dopo i primi giorni, non sembrano apportare miglioramenti, il consiglio è sempre quello di consultare il vostro medico e di rivolgervi al vostro farmacista di fiducia.